Il trauma psichico e il lavoro del centro Synergia

16.12.2012 22:38


Esperienze 
traumatiche


...  sono eventi spaventosi 

nella vita di una persona  

che lasciano segni nella 

mente ed a volte nel corpo 

per molti molti anni. 





Aggressioni - lutti - rapine - incidenti stradali - terremoti o alluvioni - guerra - rapine - violenza sessuale - abusi infantili 

Synergia Centro Trauma è un centro specializzato nella diagnosi e nella cura del trauma che opera in  Torino e Moncalieri 

                                                                                              Per la zona di Milano
                                                                                                          clicca qui



Queste esperienze così diverse sono rese traumatiche da un aspetto: la persona che le attraversa si sente inerme di fronte a un pericolo sentito come intollerabile.  Paura, senso di impotenza, di perdita di controllo, di annullamento di sè. Il trauma è un evento imprevedibile che la persona vive come destabilizzante e  che  inceppa il sistema innato di elaborazione della mente: ciò che abbiamo visto, udito, provato durante l’esperienza traumatica invade la mente generando un grave stato di ansia.


Dopo il trauma ci si può sentire cambiati ......
                                                                                                   
(Foto Lia Lo cascio)
Alcuni avvertono di sentirsi profondamente mutati, di non essere come prima di aver subito violenza: come se l’ esperienza inaspettata avesse introdotto un cambiamento nel proprio essere. 

Il sentimento di essere stati danneggiati in modo irreparabilesussiste anche se non vi sono state conseguenze fisiche rilevanti.

Questa reazione è tipica del  disturbo post traumatico da stress, che produce una serie di sintomi psicologici, psichiatrici e fisici specifici che possono compromettere anche  gravemente la capacità di avere relazioni sociali soddisfacenti, di lavorare, di vivere.                                                        
             
Non sempre vi è una reazione post traumatica: ogni soggetto reagisce in modi differenti, a seconda della particolarità dell’evento e della sua struttura di personalità, alle aggressioni. 

Le reazioni durante e dopo l’incidente, che in realtà proteggono da un crollo psicologico, sono:

    * Senso di irrealtà - cambia la nozione del tempo. Si ha la sensazione di essere dentro  un film, al rallentatore, dove i sensi sono acutizzati per fare una rapida valutazione dei pericoli della situazione, cercando delle vie d’uscita o altre soluzioni. L’intorno subito dopo sembra irreale e irrilevante, come stare dentro una gabbia di vetro o in mezzo ad un incubo.
     
    * Reazioni fisiche - E’ normale la tachicardia e il senso di nausea. In genere si sente caldo o freddo, oppure paura di stare da solo, bisogno di vicinanza, di un supporto e aiuto concreto 


Alcune delle reazioni successive all’evento:

    * Pensieri intrusivi - Arrivano involontariamente pensieri, ricordi e immagini su quello che è successo. Compaiono soprattutto in momenti di rilassamento, per es. prima di dormire e si accompagnano di un senso di disagio.
    
    * Problemi di sonno - 
    
    * Associazione con altri stimoli - E’ comune che alcuni stimoli ambientali, persone o situazioni richiamino l’evento in modo involontario.   Questo è dovuto al fatto che l’e- vento viene associato ad altri fattori che provocano un certo malessere o ansia. Ovviamente lo stimolo da solo, se non venisse associato all’evento traumatico, non generebbe alcun disagio.
   
    * Difficoltà di concentrazione -

     * Reazioni fisiche - Problemi di stomaco, senso di nausea, stanchezza.
   
    * Disperazione - 

   
    * Colpa - Si ha senso di colpa ad esempio per essere sopravvissuti quando un’altra persona è morta o ferita gravemente. C’è una tendenza a colpevolizzarsi per non avere fatto a sufficienza. E’ comune dirsi: “Se io solo avessi……”
    
     * Vulnerabilità - Paura del futuro oppure impazienza e irritazione con gli altri, soprat- tutto con i familiari. Indifferenza verso cose che prima dell’incidente erano molto importanti per la persona. Questo a volte crea incomprensione con gli altri da cui scaturiscono ulteriori difficoltà.
    
     * Il significato della vita - Le persone pensano ripetutamente a quello che è successo per cercare di capire l’evento. In alcuni casi i pensieri sulla causa dell’evento e sulla vicinanza della morte e la vita sono molto comuni. Il senso della propria invulnerabi- lità scompare. Tutto è incerto, soprattutto se e quando può succedere nuovamente. 

La durata di queste reazioni è diversa per ogni persona. Per alcuni la situazione si norma- lizza dopo poche settimane, per altri ci vuole più tempo. Se sono troppo intense e durano per molto tempo è necessario il supporto di uno psicoterapeuta specializzato nei disturbi post traumatici.

Dai sintomi che insorgono dopo un trauma si può guarire. 

La vita può e deve ricominciare. 

CHIEDI AIUTOhttp://www.synergiacentrotrauma.it/modules/wfsection/article.php?articleid=493

 

—————

Indietro


Contatti

Quelle come noi

veronica.picazzo@hotmail.it

 

Serve che gli uomini vengano educati al rispetto ed alla gestione delle proprie emozioni, violenza ed aggressività...

è un impotente un uomo che non sa controllarsi e tenersi in consapevolezza e meditazione.

Marianna Vasile